Categoria: Eventi

Eventi

Al via la seconda edizione di Borghi in MoVimento

La seconda edizione di Borghi in MoVimento partirà il 13 aprile con la tappa di Castrovillari.
Borghi in MoVimento è un percorso di formazione, informazione e confronto sul tema del rilancio dei borghi nella nostra regione ideato dalla portavoce del M5S alla Camera dei deputati Anna Laura Orrico.

L’obiettivo è quello di rendere partecipi i calabresi e fornire loro gli strumenti per intraprendere strategie e azioni di recupero con l’ausilio di speaker ed esperti del settore.
L’edizione 2019 si dividerà in due parti. La prima, affronterà il tema dell’albergo diffuso, mentre la seconda riguarderà il percorso che porta alla rivitalizzazione dei borghi attraverso strumenti come la progettazione culturale, l’innovazione sociale fino ad arrivare ai cosiddetti smart village.
“Il nostro –dice Anna Laura Orrico-, è un percorso evolutivo. Si parte da una forma embrionale di progetti volti a ricreare comunità e rigenerazione urbana all’interno dei borghi come gli alberghi diffusi, per approdare all’avanguardia di quegli stessi progetti che divengono smart village.
I borghi -continua la deputata del M5S-, grazie alle nuove tecnologie, possono trasformarsi in spazi a cielo aperto dove fare impresa, sperimentare nuove forme di business magari legate alla valorizzazione delle attività artigianali o alla messa in atto di servizi per i cittadini in modo da migliorare la vivibilità delle comunità. Possono divenire laboratori dove saggiare la nascita di nuove forme di turismo, si pensi all’esperienza dei ‘nomadi digitali’, e ripopolare i piccoli centri grazie ai giovani che riscoprono le tradizioni declinandole attraverso il progresso digitale”.

La prima parte dell’iniziativa itinerante fra alcuni dei centri storici più suggestivi della Calabria, si svolgerà, come si diceva, il 13 aprile a Castrovillari (Cs), poi il 27 aprile a Scalea (Cs), il 5 maggio a Mirto Crosia (Cs) ed il 7 Settembre a Crotone.

La seconda fase si muoverà invece su Acri (Cs) il 21 settembre, Gioia Tauro (Rc) il 5 ottobre e Castrolibero (Cs) il 12 Ottobre.
La tappa di Castrovillari, dunque, ospitata nella sede del Protoconvento Francescano, dalle 16:30 alle 19:00, riguarderà “L’albergo diffuso: teoria e pratica per un turismo sostenibile”. Introduce e presenta il workshop Anna Laura Orrico. Stefania Emmanuele, project manager di “Borgo Slow”, si occuperà sia del laboratorio teorico (Quando nascono e perché; Cos’è un albergo diffuso. I requisiti; Un modello di ospitalità orizzontale; Casi di successo: Sexantio di Daniel Kihlgren; L’A.D. nella legislazione ragionale; A.D in Calabria) che di quello pratico.
Borghi in MoVimento si rivolge a cittadini, amministratori locali, imprenditori, associazioni culturali e turistiche. Il percorso formativo sarà totalmente gratuito ed ospiterà classi di 20 partecipanti per volta, selezionati soltanto in base all’aspetto motivazionale.

Eventi

Borghi in MoVimento, “anteprima” della seconda edizione a Squillace

SQUILLACE • 16 MARZO • 17:00 -19:30

Casa delle Culture (Sala Conferenze) – Piazza Risorgimento

Squillace Antica


Iscriviti e partecipa al workshop: http://bit.ly/2AnyYOI

Il primo ciclo di Borghi in MoVimento è terminato. E un nuovo ciclo, già in cantiere, si affaccia all’orizzonte in vista della primavera. Nel mentre, però, abbiamo deciso di dare luogo ad un’anteprima. Un assaggio, ad iniziare dai temi, di quella che dovrebbe, e potrebbe, essere la seconda edizione.

Per questo ci incontreremo sabato 16 marzo, dalle 17:00 alle 19:30, nella location della Casa delle Culture di Squillace (Cz) in piazza Risorgimento dove parleremo del fenomeno de “L’albergo diffuso: teoria e pratica per un turismo sostenibile”.

Perché? Abbiamo notato che nel percorso fin qui avviato, fra i diversi temi affrontati, alcuni ricorrevano più frequentemente. Fra questi quello degli “alberghi diffusi”, da qui l’idea di approfondirlo.

Introdurrà i lavori  Paolo Parentela, Anna Laura Orrico presenterà il progetto “Borghi in MoVimento” mentre il laboratorio sarà affidato alla Project Manager di Borgo Slow Stefania Emmanuele.

Comunità diventa, così, la parola e il concetto chiave intorno al quale si possono delineare una serie di azioni per ripensare le nostre contrade in un modo diverso rispetto a quanto fatto fino ad oggi.

Il paesino, in molte delle storie scoperte e raccontate nel primo ciclo di Borghi in MoVimento, si trasforma da sconfitta delle istituzioni centrali provocata dall’incapacità di rispondere alle dinamiche economiche, in un villaggio glocale che racconta sapori, tradizioni, patrimoni e nuove idee di lavoro attraverso il potere del web.

“I nostri borghi – dice Anna Laura Orrico- possono diventare luoghi preziosi di interscambio tra le comunità locali e i viaggiatori alla ricerca di esperienze uniche e relazioni. Si sperimentano nuove forme di ospitalità e nuovi stili di vita. Perché un turismo sostenibile è possibile.  In tutto questo, da una parte ci sono delle comunità che devono essere riattivate fornendo loro strumenti per mettere in piedi iniziative di risveglio culturale ma anche economico e, dall’altro, c’è una politica che, partendo dal livello locale fino ad arrivare a quello nazionale, deve sostenere queste dinamiche di rinascita, metterle a sistema affinché dialoghino tra di loro e si possano contaminare.

E’ fondamentale –continua la deputata del M5S- costruire rapporti non solo tra le persone che abitano i borghi ma anche tra i borghi stessi, in una sorta di continuo networking che permette di scambiarsi idee, risorse e competenze.

La politica ha il dovere di ascoltare i territori, sviluppare progetti di medio-lungo periodo per costruire la società di domani e non può farlo prescindendo dal considerare che il tessuto culturale e identitario del nostro Paese è fatto, proprio, di borghi.

Non bastano singoli bandi e finanziamenti a pioggia, ci vuole un confronto costante con chi opera al loro interno perché solo così si potranno costruire politiche e non modelli, progetti e non interventi spot”.

 

Eventi

Turismo: il 2 Febbraio il #CALABRIATOUR fa tappa a…

Il #CalabriaTour del M5S, percorso volto ad avviare un programma condiviso in vista delle prossime elezioni regionali, farà tappa a Catanzaro per un tavolo tematico sul turismo.

L’appuntamento da fissare in agenda è per il 2 febbraio, nella location dell’hotel Palace, a Catanzaro Lido, dalle 15:00 alle 19:00.

Insieme agli attivisti locali del M5S sono state individuate tre macro aree tematiche per sviluppare  il ragionamento:  messa a sistema dei “turismi” calabresi; formazione continua degli operatori turistici; creazione di una rete costituita da operatori turistici e stakeholder che potrebbero partecipare al processo di crescita turistica della regione.

Il workshop si articolerà in diverse fasi. L’introduzione ai lavori verrà affidata alla portavoce del M5S alla Camera dei deputati Anna Laura Orrico. Seguirà un “round table” con gli interventi dei gruppi di attivisti che relazioneranno sulle macro aree già determinate e quelli degli esperti del settore che per l’occasione saranno Francesco Biacca sviluppatore e project manager di Evermind e Massimiliano Capalbo marketing and sales manager di Orme nel Parco.

Lo step finale riguarderà il laboratorio cui attivisti e cittadini daranno vita raccogliendo gli input del dibattito e lavorando alla stesura di alcuni principi di sviluppo del programma sui temi affrontati.

Per chi volesse partecipare, è sufficiente iscriversi nell’apposito “google form” (clicca qui per iscriverti).

“Quando si parla di turismo in Calabria –dice Anna Laura Orrico- ripetiamo spesso che dovrebbe essere la vera industria della regione e che tutto lo sviluppo, mancato, potrebbe articolarsi lungo questa unica direttrice. Eppure, spesso e volentieri, non ci si avvia verso l’obiettivo.

Turismo vuol dire tante cose, soprattutto vuol dire valorizzare le risorse di un territorio che possiede patrimonio ambientale e paesaggistico, beni culturali e archeologici, storia e arte, produzioni agroalimentari ed enogastronomiche capaci di raccontare millenni di tradizioni, folklore e ricchezza.

Tuttavia -continua la portavoce del M5S- sviluppare il turismo significa lavorare anche sulle infrastrutture, sulla viabilità di una regione fortemente provata dai collegamenti difficili sia interni che verso il resto del Paese e del mondo; significa lavorare meglio per tutelare le risorse naturali che abbiamo, significa investire sulla formazione degli operatori turistici, sulla cultura dell’ospitalità e sulla creazione di una rete tra imprese affinché i servizi offerti a chi decide di viaggiare nella nostra regione siano sempre di più e di qualità”.

 

Eventi

Impresa, Innovazione, Formazione: il 15 Dicembre il #CALABRIATOUR fa…

Continua il #CalabriaTour del Movimento 5 stelle per avviare un ragionamento condiviso sull’idea progettuale da proporre ai calabresi in vista delle prossime elezioni regionali ed individuare i punti cardine che consentano di istradare concrete politiche di sviluppo.

Il 15 dicembre l’evento farà tappa a Cosenza, dalle 15:00 alle 19:00, nella location dell’Italiana Hotels di via Panebianco.

Ci si confronterà su “Impresa, Innovazione, Formazione”. Cercando di invertire la rotta a cominciare dalla formula: non più eventi con un canale univoco di informazioni ma un vero e proprio working group con tavoli di lavoro – i cui partecipanti potranno iscriversi compilando un semplice “google form”- dove la regola verrà rappresentata dall’interazione fra i presenti.

L’appuntamento, che è dunque aperto a tutti i cittadini intenzionati a fornire un contributo in termini di esperienza e proposte, si svilupperà grazie al lavoro svolto dai gruppi di studio organizzatisi attraverso gli attivisti calabresi del M5S.

Come ospiti, avremo, inoltre, professionisti indipendenti del settore che ci offriranno il loro punto di vista sulla base del pregresso bagaglio lavorativo maturato per aiutarci a comprendere meglio dove e perché intervenire.

Impresa, Innovazione e Formazione sono tre tematiche fortemente interconnesse fra loro con altrettante sottotracce da approfondire e contestualizzare modellandole intorno ai bisogni della Calabria.

Per quanto riguarda il macrotema dell’impresa, dove gli speaker saranno Leo Donato della GloBusiness LTD e il Presidente del Parco Industriale di Rende Ferdinando Morelli,  parleremo di internazionalizzazione per capire in che modo le politiche regionali possano aiutare le piccole e piccolissime imprese ad approcciarsi ai mercati stranieri; ma parleremo anche di quelle aree industriali, mai decollate in Calabria, che, alla luce della nuova riforma, dovranno rivestire un ruolo differente rispetto al passato divenendo “hub” di servizi e connessioni fra imprese della stessa filiera e creare così dei distretti.

Per ciò che concerne, invece, l’innovazione studieremo le modalità di supporto suggerite per la crescita di nuove imprese e start up innovative e di come queste, poi, possano essere raccordate alle piccole e medie imprese: di come, cioè, la politica possa favorire la crescita dell’ecosistema dell’innovazione che si è creato nella nostra regione, perché sì ce n’è uno! In questo ambito ci aiuterà Daniele Carnovale di Localiving.

Infine, trattando di formazione, discuteremo, col contributo di Antonio Andreoli di Lavoro&Formazione, di come gli investimenti regionali, nella stessa formazione, possano essere meglio orientati dalle richieste provenienti direttamente dal mondo delle imprese e dalle tante nuove forme di lavoro che stanno nascendo alimentate dalle nuove tecnologie.

Se vuoi partecipare, registrati qui: http://bit.ly/2E1m4G8