Smartworking in Italia. Una legge per attirare professionisti stranieri

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Un esercito di 35 milioni di lavoratori che muovono un giro d’affari di oltre 700 miliardi di dollari, e che guardano con particolare attenzione alla qualità della vita, alla bellezza dei territori, e anche ai costi. Grazie a una norma del decreto Sostegni Ter ora anche l’Italia è ufficialmente in campo per attrarre i nomadi
digitali, cioè i professionisti che lavorano da remoto, per un’azienda o
come autonomi. Intervistata anche Anna Laura Orrico, fra le promotrici del provvedimento.

Per approfondire continua a leggere di seguito l’articolo apparso su La Repubblica:

La Repubblica, legge smartworking